Premio ARTEmide Bauhaus Home Gallery Rome

“I Sette Ottavi”

Sette figure per otto spazi.
Nel seguente lavoro il sette è inteso come numero armonioso, perfetto, riferito alle sette tipologie del femminile espresso dalla cultura greca attraverso le dee Artemide, Era, Persefone, Afrodite, Atena, Estia e Demetra. Tutte le dee esistono in ogni  donna secondo specifiche sfaccettature; ognuna delle dee  trova e occupa la propria dimensione e sfumatura e, dialogando insieme, costruiscono continuamente un nuovo equilibrio, espresso dallo spazio bianco, lasciato appositamente vuoto. Un vuoto che in questo caso è da intendere come “pieno”, ogni giorno impiegato in modo nuovo, diverso. E’ lo spazio in cui avviene la sintesi delle stesse sette figure che animano l’essenza femminile, alle volte passionale, altre accogliente, determinata, forte, seducente, lunatica e creativa. Il bianco, risultato di tutti i colori, è anche in quest’ opera lo spazio di sintesi, di integrazione dei tanti modi di essere donna, ogni giorno mutevole, nuovo e via via più consapevole.
Uno spazio bianco, vuoto, libero… di innumerevoli possibilità.

La composizione è composta da sette quadretti (posizionati su sfondi di carta colorata monocromatica, di sfumatura che va dal nero al bianco, seguendo un ordine sparso) rappresentanti le sette dee; ogni quadretto è stato realizzato con una tecnica mista, prevalentemente di collage, che vede l’utilizzo di differenti materiali, quali china, ritagli di immagini, filo e fogli di rame.

L’opera è stata selezionata alla partecipazione del concorso internazionale “Premio Artemide – I edizione”, la mostra collettiva al femminile che ha voluto esaltare il talento e l’estro creativo delle donne, Artiste, che attraverso la loro sensibilità traducono e raccontano l’ universo femminile nel mese a loro dedicato. L’evento era infatti previsto nella settimana dal 7 al 15 marzo, tuttavia, qualche giorno dopo essere stato inaugurato è stato sospeso per garantire la pubblica sicurezza nel rispetto delle misure prese per l’emergenza sanitaria COVID-19. La mostra, ospitata alla Bauhaus Home Gallery di Roma, è potuta riprendere il 18 maggio e si è conclusa una settimana dopo, registrando comunque un buon numero di ingressi, nonostante il diffuso timore nel frequentare luoghi pubblici conseguente il difficile periodo di quarantena.

Dove se n’è parlato?
Ecco la sitografia dell’evento:

https://www.arte.go.it/tag/ilaria-giacobbi/

https://www.lobodilattice.com/art/mostre-eventi/premio-artemide-ed-l-arte-donna

http://www.culturalnews.tv/tag/premio/

http://www.allwebitaly.it/evento/premio-artemide-l-arte-e-donna

https://www.oggiroma.it/eventi/gallerie/premio-artemide-i-edizione/53059/

https://www.glartent.com/IT/Rome/2677738708934729/Bauhaus-Home-Gallery

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *