Dentro il confine

Dentro il confine – Olio su tela 60x40cm (2020)

Senza vederne i confini, le pareti,
percepire la presenza di una casa ed indovinarne i contorni,
la sua forma gentile.

Incontrare le luci nelle case degli altri
e sentirsi parte di quel calore che vi accade.
E’ l’altro che abita, che nutre, che ama…che riposa.

Un rifugio a cui tornare nella notte,
anche soltanto abbracciandone l’idea.

Casa…
senza pareti,
senza confini
né paura

“Dentro il confine” ha partecipato al concorso artistico “Prisma Art Prize 2021”, per cui si è qualificato come finalista per la settima edizione. https://www.instagram.com/p/CKMTvJ3nvcQ/?utm_source=ig_web_copy_link

A più di un anno dalla prima quarantena 2020, a quasi un anno dalla realizzazione di questo quadro, che nasceva con un’accezione positiva della casa, intesa come luogo sicuro, “Dentro il confine” oggi suona diversamente, specchio di una condizione di stallo che non accenna a risolversi.
“Dentro il confine” ci siamo, ci restiamo. Ognuno a sperare e aspettare un cambiamento parallelo a quel che vive dentro di sè, la svolta che ci liberi da dalle mura di casa e ci salvi da noi stessi.
Siamo dentro un confine che non vorremmo vedere così concretamente, la costrizione di una situazione che sceglie al posto nostro, separandoci dalle cose che ci mancano e di cui abbiamo bisogno per crescere, essere migliori. Incatenati a quelle abitudini, arredi vestiti che annoiano e vorremmo rinnovare.
“Dentro il confine” a volta bisogna accontentarsi e farsi bastare quello che c’è, magari sforzandocisi di studiarlo così a fondo da scoprirne qualità e potenzialità nascoste, così…per starci un po’ insieme e trovarne conforto, energia.
Un confine che opprime, obbliga, limita e non fa entrare gli affetti nè l’imprevisto.
Eppure un rifugio, custode dei sogni e dei pianti sommessi di questo tempo così sospeso e rarefatto.
Così complesso, sfuggente…
Così prezioso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *